Parlano di Noi

Compiti e giochi per tutti alla Casa del Fanciullo

By 28 Gennaio 2020No Comments

Che è un progetto di inclusione lo si capisce dal titolo, «Centro anch’io». Ma è nei locali della «Casa del fanciullo» di Darfo, oggi costola della cooperativa Arcobaleno, che si percepisce la vera mission, «non lasciare da solo nessuno».

È grazie a questo spirito che è nato e che ha ricevuto il contributo della Fondazione Comunità bresciana e l’appoggio del Comune di Darfo, ed è grazie a questo spirito che opera. «È un progetto ambizioso – afferma la responsabile Rossella Ducoli -, che oggi accoglie tredici bambini dalle 14 alle 17. Abbiamo un’educatrice e due ragazze del servizio civile messe a disposizione dal Comune. Gli spazi sono adibiti per attività ludiche e all’aiuto nei compiti: attività educativa e relazionale, insomma».

È parte di un progetto ben più grande, che chiede all’Arcobaleno l’impegno di 150 mila euro: «A marzo partirà la ristrutturazione del locali della Casa del Fanciullo, ma qui a Darfo la nostra cooperativa, con la sua professionalità e le sue figure, punta a potenziare il centro e la sua offerta con nuovi servizi – aggiunge Gabriele Crimella, progettista- Saranno orientati soprattutto alla psicologia e alla psicomotricità».

Servizi che rispecchiano la volontà del Comune di Darfo che ha trovato nella coop la partner per sviluppare progetti di inclusione: «Alla cooperativa va un grande grazie – chiude Doralice Piccinelli, assessore alle politiche sociali – perché risponde a bisogni specifici del territorio, delle famiglie e dei bambini. Qui trovano le risposte, che sono di accoglienza».

 

Tratto da “Bresciaoggi” del 27.01.20

Articolo originale –> Articolo BSOggi 27.01.20

Leave a Reply