Skip to main content
News

Una casa più spaziosa che guarda al futuro

By 22 Novembre 2021Novembre 23rd, 2021No Comments

Il “CUORE” di Arcobaleno è nei servizi dedicati alle persone disabili, principalmente dislocati nella sede di via Croce 1 a Breno (BS). Da più di trent’anni è questa infatti la principale mission della nostra realtà, a cui soci, volontari e dipendenti dedicano ogni giorno parte del loro lavoro. Nel corso del tempo e con il susseguirsi di diverse legislazioni alcuni servizi hanno cambiato aspetto e nome, ma ciò che li accomuna è la costante attenzione dedicata ai bisogni dell’ospite. AVERE PIÙ SPAZIO Da diversi anni Arcobaleno sentiva la necessità di ampliare gli spazi dell’attuale struttura per rispondere al meglio alle nuove esigenze delle persone più fragili ed in particolare delle persone disabili. Il 3 febbraio 2020 Arcobaleno SCS Onlus ha acquistato dalla uno stabile attiguo alla propria Sede, unitamente ad uno spazio parcheggio. La costruzione dell’edificio risale alla fine degli anni ’60 del ‘900, è stato realizzato ed utilizzato come caserma per la Guardia di Finanza ed è stato dismesso da alcuni decenni. Questo stabile rappresenta il grande sogno dello storico Presidente di Arcobaleno, Angelo Farisoglio, che il 14 marzo di quest’anno ci ha lasciati, ma ci ha lasciati con la precisa convinzione che il progetto doveva sorgere per rispondere ai nuovi bisogni del nostro territorio. LA CASA CHE VERRÀ Ed ecco che il progetto si sta per realizzare in tutta la sua forza: quattro piani totalmente dedicati all’innovazione dei servizi socio educativi nell’ottica dell’inclusione e della fruibilità per l’intera Comunità.

  • Area dedicata all’inclusione della persona disabile in attività occupazionali formative: È in fase di studio il progetto “Social Food”, che si realizzerà in collaborazione con l’Istituto Alberghiero Olivelli e l’Associazione ANFFAS, con l’obiettivo di favorire l’ingresso delle persone disabili in un contesto occupazionale/formativo strutturato.

 

  • Area dedicata al Centro di Consulenza Età Evolutiva CTEE Piano primo: Centro di Consulenza e Terapia dell’Età Evolutiva (CTEE) dedicato alla famiglia con un’équipe multidisciplinare al servizio della Comunità: diagnosi DSA, sportello CAA, psicologo, psicoterapeuta, palestra per la psicomotricità, neuropsichiatra, logopedista, fisioterapista.

 

  • Area dedicata al nuovo Centro Socio Educativo (CSE): questo piano consentirà al nostro Centro Socio Educativo di potersi trasferire dagli attuali spazi che sono diventati insufficienti, il “nuovo” rimodulato Servizio potrà ospitare sino a 20 utenti disabili che potranno portare avanti le loro attività educative nell’ottica di un C.S.E. più moderno e sempre più orientato ai nuovi bisogni. Oltre a questo inizierà un progetto di Housing Sociale che metterà a disposizione 8 posti letto.

 

PER UNA TRANSIZIONE SOCIALE ED ECOLOGICA Il dibattito relativo alla transizione ecologica e digitale non può prescindere da quella sociale, ove il ruolo del Terzo Settore diventa fondamentale per prendersi cura della Comunità, esprimendo i valori massimi della coesione sociale. Siamo attivi dal 1986 e nel 35° anno di esistenza di Arcobaleno si evidenziano e si rigenerano i presupposti per un rafforzamento della nostra Mission ove il tema dell’inclusione, della fragilità, della solidarietà e della coesione sociale rappresentano le colle portanti. Siamo convinti che rigenerare spazi significhi riconnettere generazioni, bisogni e territori sulla via della coesione sociale ove la Comunità diviene protagonista del cambiamento. Il progetto di costruzione di questo vecchio stabile, significa ridare consapevolezza comunitaria rispetto al valore ed alle risorse paesaggistiche, economiche, ambientali e sociali del territorio. Significa rigenerare spazi dismessi per farne un Centro di riferimento aperto e al servizio della Comunità. Significa generare sinergie, qualità umane e sostenibilità pensate sulla qualità della vita delle persone, in ottica inclusiva. LIGHT STEEL FRAME Oltre all’innovazione dei servizi dedicati alle persone fragili, Arcobaleno intende realizzare lo stabile con un sistema costruttivo e progettuale di nuova concezione, completamente assemblato a secco, non inquinante, totalmente antisismico ed eco sostenibile: il Light Steel Frame. Costruire in acciaio significa avere un pensiero rivolto al futuro ed alle nuove generazioni in quanto qualsiasi manufatto può essere sia riutilizzato che riciclato al 100%.

 

IL PRESIDENTE

Fabio Andrea Conticelli

 

Leave a Reply